A.N.F.E. Caltanissetta


centro immigrati attivita Delegazioni comunali

 

 

QUADRI

Roccaro Vincenza

Presidente Provinciale A.N.F.E.di Caltanissetta -Vice presidente del Centro Cultura Scienze Sociali- magistero di servizio sociale- vice Direttore USSM di Caltanissetta

Curriculum

 

 

Eufrat, Valerio

Direttore  dei Corsi di Formazione professionale-

Coordinatore Provinciale delle attività dell'Associazione nel settore sociale e della Immigrazione

 Curriculum

 

 

COMITATO PROVINCIALE

 

Curriculum dell'Associazione:

Ragione Sociale: A.N.F.E. – Associazione Nazionale Famiglie Emigrati Del. Provinciale di Caltanissetta;

Sede Legale dal 9 giugno 2008 Via Lanzirotti 7/a

 Iscrizione R.E.A. N°84116 Tel. 0934 564995 Telefax 0934 26197 Email direzione@anfecl.it sito Web: www.anfecl.it

L’ANFE – Associazione Nazionale Famiglie Emigrati, Eretta in Ente Morale il 12 febbraio 1968 con DPR n. 658 – nasce nel 1947 per sostenere le famiglie degli emigrati italiani. E’ presente oggi in tutta Italia e nel mondo. è membro del:

bulletConsiglio Generale dell’Union International des Organismes Familiaux
bulletCommissione Italiana dell’UNESCO
bulletConsulta nazionale dell’Emigrazione
bulletConsulte Regionali dell’Emigrazione
bulletCOMITES
bulletConsiglio Generale degli Italiani all’estero (CGIE)

l'A.N.F.E. ha la Sede Nazionale in Roma ed è presente

bulletin quasi tutte le Regioni d’Italia, Province e Comuni;
bulletIn quasi tutte le Nazioni Europee: Belgio, Francia, Germania, Inghilterra, Lussemburgo, Olanda, Svizzera;
bulletIn America: Argentina, Brasile, Canada, Cile, Stati Uniti e Venezuela;
bulletIn Australia.

 

L’Attività dell’ANFE di Caltanissetta

si caratterizza per un forte impegno nell’attività sociale e, nello specifico, intende favorire l’integrazione nel rispetto della cultura di appartenenza degli stranieri presenti nel territorio. Infatti fin dall’inizio della sua attività l’Associazione si è posta come scopo principale quello di contribuire, tenuto conto delle potenzialità e possibilità del territorio, ad eliminare le cause che di fatto sono ostative ad una corretta integrazione nel tessuto socio economico di riferimento dei soggetti svantaggiati.. Queste Attività  costituiscono il  background culturale a fondamento di tutte le iniziative, comprese le attività relative alla gestione dei corsi di formazione professionale con particolare attenzione alla formazione di Operatori nel settore sociale

L’associazione è presente a Caltanissetta

bulletDal 1980 -  come Delegazione Provinciale operante nel campo del Segretariato sociale per Emigrati;
bullet Dal 1981 ad oggi  - come Centro di Formazione Professionale per qualifiche nel settore socio-assistenziale;
bullet Dal 1994 al 2000 – per la gestione di un centro per  Immigrati con finanziamento Regionale e per l’anno 1994/95 con contributi Comunali
bullet Dal 2001 ad oggi -  un Centro di Informazione e Orientamento per Extracomunitari e una casa Famiglia per donne straniere in difficoltà con finanziamento di cui al fondo di garanzia Nazionale T.U. 286/98
bullet Dal 2004 ad 2009 - previo accordo formalizzato con il comune di Caltanissetta,  svolge attività di accoglienza nei confronti dei richiedenti asilo politico o motivo umanitario; 
bullet Dal 2006 al 2009 gestisce, per conto dell’Amministrazione Comunale di Caltanissetta, i progetti S.P.R.A.R. e S.A.M.I.R. per i richiedenti Asilo politico, rifugiati e richiedenti asilo umanitario.

L’associazione è presente con delegazioni nei comuni di:

bullet

S.Caterina : Delegata Comunale l’Assistente Sociale Tiziana Messina;

bullet

DELIA : Delegata Comunale la Sig.ra Gulizia Angela;

bullet

VILLALBA: Delegata Comunale L’Assistente sociale Sociale Rosamary Ferrara.

ISCRIZIONI:

bullet

L’associazione è iscritta alla prima sezione del registro delle associazioni — Presidenza del Consiglio dei Ministri- Dipartimento degli Affari Sociali- degli enti che svolgono attività a favore degli immigrati, ai sensi dell’art. 54 del DPR 31/08/1999, n.394, con il numero d’iscrizione A13/2000/CL del 10/03/2000;

 

bullet

Con decreto della Prefettura di Caltanissetta, fa parte del Consiglio Territoriale per l’Immigrazione così come previsto dall’art. 57 DPR 3 1/08/1999 n. 394;

 

bullet

 E’ iscritta con il n° 138 nel Registro delle Associazioni e degli Enti che svolgono attività nel campo della lotta alle discriminazioni    cosi come previsto dal D.Lgs. 215/2003;

 

bullet

 Fa parte del Comitato Provinciale per l’Istruzione in età adulta di Caltanissetta;

bullet

 Ha aderito al Forum della Pace di Caltanissetta.

ACCREDITAMENTI dell’ANFE d Caltanissetta:

bullet

 E' accreditata presso l'Ateneo universitario di Palermo per lo svolgimento di tirocini professionali nell’ambito di corsi di laurea triennali di I e di II livello in: Psicologia, Servizio Sociale, Scienze dell’Educazione;

 

bullet

E’Accreditata presso l’Assessorato Regionale lavoro Prev.Sociale ed Immigrazione per le attività di centro di formazione professionale di base e superiore;

 

bullet

Collabora con il Magistero di Servizio Sociale di Caltanissetta per attività di tirocinio del primo anno del corso di laurea in servizio sociale;

 

bullet

E’ accreditata per la collaborazione nello svolgimento di stages formativi per gli studenti del Liceo Psicopedagogico di Caltanissetta A.Manzoni;

 

bullet

 E’ accreditata per l’accoglienza di personale volontario nell’ambito di progetti di Servizio Civile del Ministero dell’Interno;

 

bullet

 E’ accreditata presso il Ministero della Pubblica Istruzione per la formazione e aggiornamento per gli insegnanti della scuola pubblica.

 

CERTIFICAZIONI

bullet

 L’Ente ha ricevuto da parte della società accreditante DNW Catania il parere positivo all’emissione del certificato di qualità secondo le specifiche  iso 9001:2000 ed è autorizzata dalla stessa, a far data dall’anno 2006, all’utilizzo del marchio che attesta l’avvenuta certificazione nel settore della formazione professionale.

 

L’ANFE – Delegazione Provinciale di Caltanissetta, si avvale di un gruppo di lavoro così composto:

bullet Vincenza Roccaro - Presidente Provinciale e Legale Rappresentante;
bullet Valerio Eufrate –  Direttore del Centro di Formazione Professionale e responsabile delle attività inerenti il Centro Interculturale ,la Casa Famiglia e i progetti per i richiedenti asilo politico SPRAR e SAMIR

Le collaborazioni più significative a livello nazionale e regionale:

bullet Associazioni ALFARABI, FALESTIN,  EXTRA e AL KRALISA di Palermo,
bullet Associazione  Aquarinto  - Agrigento
bullet Associazione Il NODO  - Catania;
bullet AMICI DEL TERZO MONDO -  Marsala (TP);
bullet C.I.R - Comitato Rifugiati Politici . Con il CIR l’ANFE di Caltanissetta ha formalizzato la stretta collaborazione nel campo della difesa e del sostegno dei diritti dei richiedenti asilo politico,  con apposita convenzione
bullet C.I.S.S. PALERMO - Cooperazione SUD SUD
bullet C.I.E.S ROMA - Cooperazione nel campo della formazione e dell’aggiornamento dei Mediatori Interculturali

Le collaborazioni più significative a livello provinciale e comunale:

bullet

      Ufficio Territoriale del Governo di Caltanissetta -  Comune di Caltanissetta -  Croce Rossa Italiana - Cooperativa Albatros - durante le emergenze al campo profughi di Pian del Lago  fornendo assistenza legale, religiosa e sostegno alle istanze degli stranieri trattenuti presso detta struttura;

bullet

         Ufficio di Servizio Sociale Comune di Caltanissetta— collaborazione in esito all’accordo tra il Comune e l’ANFE per lo studio e la progettazione e l’intervento con gli Extracomunitari nella redazione dei piani di zona  di cui alla Legge 328/2000.

bullet

         C.T.P. ED.A. -Centro Territoriale Educazione in Età Adulta - Indispensabile l’attività delle istituzioni scolastiche, chiamate in prima persona ad occuparsi anche della predisposizione di corsi di lingua e cultura Italiana per Immigrati. A tal proposito è stato realizzato con detta struttura il corso di formazione professionale per il conseguimento del titolo di Mediatore Interculturale. Sempre con il CTP EDA è stato progettato e realizzato un corso di formazione per allievi soggetti a fenomeni di dispersione scolastica presso il comune di Riesi (CL);

bullet

         Scuola Elementare I Circolo “San Giusto il plesso rappresenta la frontiera nel territorio dell’integrazione sociale degli immigrati e, quindi, un luogo dove le contraddizioni, l’impreparazione culturale alla diversità, soprattutto in campo pedagogico, risultano maggiormente evidenti. La difficoltà degli insegnanti nel rapportarsi con i bambini provenienti da altre culture e per questo identificati come diversi ha spinto l’associazione a misurarsi con una realtà bisognosa di ulteriore attenzione e risorse. L’associazione, grazie all’attività dell’orientatore, che ha partecipato alle riunioni degli organi dell’istituto, e dei Mediatori interculturali sta cercando di attuare un intervento che sia sempre più organico al raggiungimento di precisi obbiettivi di Integrazione. .Presso detta struttura il centro ha svolto importanti manifestazioni quali la “Festa di Abramo” svoltasi presso il campo sportivo Palmintelli di Caltanissetta che ha visto la partecipazione di fedeli mussulmani provenienti da ogni parte del territorio e il coinvolgimento non solo dei bambini di religione islamica, ma anche di una nutrita rappresentanza di bambini e insegnanti che hanno potuto sperimentare direttamente il significato di termini come rispetto, uguaglianza e pari dignità (vedi foto).

bullet

         CEFPAS di Caltanissetta - Su richiesta l’ANFE è stata invitata a collaborare nell’ambito della realizzazione del progetto UE per la formazione di Operatori socio- assistenziali rivolto a circa venti immigrati. Il progetto, che ha visto il CEFPAS come partner europeo delle associazioni non governative di Germania e Olanda, nell’ambito degli scopi del programma” LEONARDO”, prevede la formazione di operatori in grado di ben operare con immigrati in età pensionabile presenti o non presso centri diurni o strutture similari. Operatori dell’ANFE hanno svolto un modulo didattico relativo all’organizzazione nel territorio dei servizi sociali

bullet

         Scuola Media Statale “Pietro Leone” - Nell’ambito del Progetto Europeo SOCRATES l’Istituto ha chiesto all’ANFE un intervento nelle classi 2c, 2f, 2e sui temi relativi all’immigrazione, all’integrazione razziale e all’emigrazione. L’intervento è proseguito con la visita degli allievi al centro per Immigrati ANFE dove hanno visionato i plastici, eseguiti nell’ambito del Progetto Antico Borgo- Caltanissetta Anno Mille, relativi alla ricostruzione del quartiere “Angeli” cosi com’era nell’anno mille durante la dominazione Araba .

bullet

         Liceo Ginnasio Statale “R.Settimo” – la 2° liceale —Sperimentazione Brocca- nell’ambito delle attività relative alla realizzazione del progetto   “ Alla scoperta delle nostre radici”  ha richiesto degli incontri con i responsabili dell’ANFE da effettuarsi in classe sui temi dell’immigrazione della cultura dell’accoglienza ed il recupero della memoria storica sull’emigrazione. L’incontro, che si è svolto in due giorni, è proseguito con una visita della classe al centro per la visione dei plastici e, attività ancor più importante e qualificante, la visita guidata al quartiere Angeli, per il recupero di un pezzo importante di memoria Urbana.

bullet

         Associazioni “ESSEREperESSERE” -  Nuovo Orizzonte – Ritmamene - per varie attività formative e di sensibilizzazione;

bullet

         Associazione Arcipelago Città – per la collaborazione in varie iniziative di educazione alla legalità e alla comunicazione interculturale

 

I Progetti: Fin dal suo nascere l‘A.N.F.E. ha cercato dì proporsi e caratterizzare la sua azione sociale quale Centro studi e progettazione. Questa scelta programmatica nella constatazione che le finalità culturali necessitavano, per essere sorrette, di una qualificata ed adeguata progettazione. Dal 1994 ad oggi molti progetti sono stati ideati ed alcuni realizzati, quale quello di modificare , anche se parzialmente, il sentire il problema migratorio da parte della città .

In maniera sintetica elenchiamo i progetti che sono stati fin qui prodotti  e realizzati dall’ANFE:

NACACH — Incontri di arte Mediterranei - Il centro ha ospitato la 1° edizione della mostra d’arte di autori contemporanei che hanno esposto le loro opere donando alcuni dipinti per una vendita di beneficenza. L’esperienza positiva sia per il denaro raccolto,utilizzato per la fornitura di beni di prima necessita agli utenti, e soprattutto per essere riusciti a far incontrare gente di cultura ed usi diversi in un ambiente che aveva nella bellezza e nel linguaggio universale dell’arte il suo punto di forza per agevolare “l’incontro”, ha incoraggiato l’ente a progettare un’ulteriore edizione di NACACH itinerante tra vari paesi mediterranei.

 AZURR — Trimestrale d’informazione delle attività del centro interculturale — Diario di Bordo verso il villaggio Globale.  Per far conoscere le attività del centro e per rendere partecipi e stimolare gli utenti alla comunicazione si è riusciti a produrre un giornale interamente realizzato all’interno del Centro in stretta collaborazione con gli utenti. La 1°, e per il momento sola edizione, del giornale è stata distribuita in tutte le scuole nel tentativo di animare un dibattito sui temi della diversità e della società multietnica, poco dibattuti nelle strutture scolastiche.

L’ANTICO BORGO- Caltanissetta Anno Mille  - Progetto che, riscrivendo la storia della nostra città grazie all’apporto appassionante di studiosi e storici quali: la prof.ssa Rosanna Zaffuto Rovello, l‘Arch. Giuseppe Saggio (in rappresentanza della Soprintendenza ai Beni Culturali di Caltanissetta), il dott. Giuseppe Cammarata , Arabista e profondo conoscitore della cultura islamica nonché responsabile, quale esperto, del settore immigrazione della amministrazione Orlando di Palermo, l’Archeologa Medioevalista (esperta in ceramiche) dott.sa Fiorilla, il prof.  Santagati - Archeologo sperimentale e responsabile della realizzazione dei plastici in scala dei quartiere Angeli e del Castello di Pietrarossa., intende dimostrare l’origine araba della nostra città; fatto questo estremamente importante per le finalità sociali dell’Associazione.  Infatti riconoscere le radici culturali comuni tra i residenti e gli immigrati di origine Magrebina è importante per quel processo di integrazione e per costruire insieme un futuro di pace e di armonica collaborazione. Il progetto (che dovrebbe essere finanziato dal Comune con la collaborazione della provincia e del consolato Tunisino) in avanzata fase di realizzazione è attualmente bloccato per la cronica mancanza di capacità nella gestione delle risorse disponibili.

 MOSTRA E SEMINARIO “AL DI LA’ DEL MARE LONTANO…” (Le terre dell’accoglienza)

La manifestazione ha avuto come fine ultimo quello di contribuire alla emancipazione del pensiero collettivo; o almeno queste sono state le intenzioni delle associazioni partecipanti:

bullet A.N.F.E. Delegazione Provinciale di Caltanissetta;
bullet la Caritas Delia ( CL)
bullet Forum per la Pace di Caltanissetta;
bullet Il gruppo Scout AGESCI di Caltanissetta..

La manifestazione ha inteso ricordare tutti i migranti che sono morti annegati nell’attraversare quel mare, il mediterraneo, che un tempo univa e ora divide le terre.  Così è stata presentata la manifestazione:

Essi vengono da molto lontano, da distanze che non possono essere misurate nello spazio, ma nel tempo.

Vengono da paesi dove si muore: per fame,  per idee politiche, per guerra.

Vengono per continuare a sperare in una vita che sia degna di essere vissuta.

Muoiono per questo! Affogati, gettati a mare, speronati, mangiati dai pesci e pescati con i pesci (che noi mangiamo).

Arrivano morti, con il ricordo dei figli buttati a mare e pianti con lacrime di sale.

Arrivano e sono già altro dall’essere umani, sono Extra-comunitari, clandestini, immigrati irregolari, integralisti, terroristi, invasori ed altro ancora.

Arrivano con ancora la gioia per essere vivi  frammista al dolore per gli orrori vissuti, e sono presi e avviati ai centri…..

Questa manifestazione è un ulteriore passo per costringere a riflettere, attraverso la fruizione di vari momenti di aggregazione urbana in varie parti della nostra città.

Si prevede in futuro la realizzazione di una mostra multimediale itinerante. Itinerante per sottolineare ancora una volta il movimento, lo spostamento, il viaggio delle genti che in tutto il pianeta si spostano per  inseguire un sogno di felicità. Concetto questo evidenziato con forza dal sito scelto per ospitare la mostra che, grazie alla sensibilità del presidente del dopo lavoro ferroviario di Caltanissetta,  Sig. Amico, è stata approntata utilizzando gli spazi della ferrovia: con i rumori, i suoni, gli odori e gli oggetti e i mezzi quali elementi scenografici reali di un passato e di un presente intrinsecamente legati. Il sottopassaggio ferroviario, come ventre nero della nostra coscienza assopita, è stata sala espositiva, cosi come i vagoni dimessi, le rotaie e gli altri elementi già descritti  che hanno aiutato il coinvolgimento emotivo alla denuncia della nostra indifferenza.